'Hard Core' parte 2

'Hard Core' - continua

Esaurita l’eccitazione per la novità, realizzammo che il nostro disco non ci piaceva proprio. Nel frattempo avevamo fatto altri progressi e il singolo era già vecchio per noi, sorpassato.
Il rifiuto si radicalizzò negli anni, e per un sacco di tempo le copie invendute, le etichette rimaste, le matrici e l’artwork originale della copertina furono conservate nel mio garage e qui rimasero a lungo.
Ormai 'Hard Core' era diventato una specie di incubo per Marco e per me, nelle rare volte che ci incontravamo.
Non ricordo di averne parlato con Tonito, probabilmente anche lui non ne era entusiasta. Tempo fa ho scoperto che aveva venduto la sua copia.
Con Glezos ne ridevamo: d’accordo la sincerità d’intenti, d’accordo tutto, ma che brutto singolo avevamo fatto, brutto vero.

Non ho mai sentito la necessità di rinnegarlo, l’ho fatto e quindi c’è poco da rinnegare, ho solo cercato di limitarne i danni. La differenza tra me e Marco è sempre stata che io ho avuto la possibilità di fare altro, mentre lui avrebbe smesso di fare musica nel giro di un anno.
Avendolo realizzato tutto da soli avevamo sempre ritenuto di essere gli unici a poter decidere cosa farne: se fosse stato per noi non se ne sarebbe mai più parlato. Di sicuro.

Quando cominciò la storia del collezionismo sul punk italiano iniziò anche un vero stillicidio di richieste e, pardon, cazzate. Mario (Panciera) mi fece avere una fotocopia di un articolo, forse di 'Maximum Rock’n’roll', in cui tale Enrico Cadena recensiva il nostro singolo nel contesto di un articolo sui dischi punk italiani. L’effetto fu di accentuare, se era possibile, la totale chiusura su questo argomento.
Quando poi nel 1993 scoprii che la Incognito aveva pubblicato 'Hard Core' nel primo dei suoi infiniti 'Back to Front'... Ancora Mario mi diede la notizia, con molta prudenza, conoscendo la mia possibile reazione.
Una volta in più, come diceva Anna, la musica è di tutti tranne di chi la fa: qualcosa di veramente hippie, almeno per noi.

Col tempo non ho cambiato idea anche se è indubbio che l’interesse intorno a questo disco abbia portato anche dei vantaggi.
Non condivido quanto Mario ha scritto a proposito di 'Hard Core' nella prima edizione di 'Punk alla Carbonara': i pezzi secondo lui “costituiscono una soundtrack ideale per film come PLAN NINE FROM OUTER SPACE”.
Non abbiamo mai avuto in mente questo tipo di modelli, questo singolo è semplicemente un’istantanea di un periodo di transizione. Non era “il presumo ma non sono”, come magari intende lui. Non avevamo questo tipo di atteggiamento.
Tutto bruciò in un attimo.

Nient’altro di inedito dei Mittageisen verrà mai più pubblicato.
I due pezzi del singolo, con l’inizio di 'Hard Core' volutamente tagliato, sono stati inclusi in 'Sexy, Ipnotico'; abbiamo fatto uno “strappo” per 'Le Punk C’est Ça!', ma solo perché 'Hard Core' (di cui è pubblicata la versione alternativa) fu scritta anche da Tonito, ed il disco è dedicato a lui e Lilia.