La fine dei Mittageisen

La fine dei Mittageisen

Alla luce dei fatti accaduti in occasione della registrazione del singolo, era chiaro che il gruppo sarebbe andato avanti senza Danny. Sulla mia agenda la sua uscita dai Mittageisen è datata 11 Febbraio 1979. Eravamo senza chitarrista. C’era la prospettiva di suonare a Bologna ma ricordo di aver sperato fino all’ultimo di non doverci andare, avevo brutti presentimenti. Mi sarei comunque rimesso alle decisioni della maggioranza. La cosa fu seguita da Marco. Soltanto molti anni dopo ho saputo dei guai che la nostra defezione causò agli organizzatori, tra cui c’era Eletttro. Non sapevo del manifesto da lei preparato e di tutto il resto. Mi rammarico soltanto di questo. La data avrebbe dovuto essere il 25 Febbraio. Chiedemmo a Glezos di suonare con noi ma non fu possibile.
In ogni caso un’altra occasione ci si prospettava a breve: un'esibizione nel liceo 'Beccaria' che Marco frequentava. Per questo concerto si rese disponibile Lamb, il chitarrista dei Girls, il nuovo nome del gruppo di Glezos. La sua presenza ci consentì di mettere insieme un set di cover, quasi tutte dei Banshees: il suo fu davvero un grande aiuto. Poter contare sull'apporto di un chitarrista molto più che adeguato ci fece fare il salto di qualità che cercavamo.

Liceo Cesare Beccaria

In quei giorni il Liceo Beccaria era in autogestione da parte degli studenti. Avremmo suonato insieme ad un altro gruppo locale nell’aula magna. Il concerto era previsto per la mattinata del 1° marzo. Ho un vago ricordo del pomeriggio precedente l’esibizione. Facemmo una ricognizione sul luogo e, forse, solo una rapidissima prova.
Arrivò quindi il fatidico giorno.
Dovevamo suonare dopo un gruppo il cui nome suonava come qualcosa tipo 'Key West'; dietro alla batteria faceva bella mostra di sé una bandiera americana sudista, una vera dichiarazione d’intenti. La loro performance fu così prolungata come la nostra sarebbe stata ridotta. C’era tanta gente e tra essi, ovviamente, anche qualcuno che aveva da ridire sul fatto che un gruppo punk si sarebbe esibito in quella occasione. Il servizio d’ordine però teneva la situazione sotto controllo.

Verso mezzogiorno venne alla fine il nostro turno. I Key West avevano lasciato il loro pubblico abbastanza soddisfatto. Mentre sedevo dietro la batteria, in attesa che gli altri fossero pronti, sentivo dentro una carica fortissima: un paio di conoscenti, che da molto tempo non avevo più incontrato, mi facevano dei cenni. Erano davvero sorpresi di vedermi lì, non sapevano della svolta che aveva preso la mia vita. Pensai: “Ancora poco e poi sarete ancora più sorpresi”. Tra il pubblico c’erano Stefano Galli e Nico, noto a tutti noi come roadie degli X-Rated. Marco chiese a Stefano di registrare la nostra esibizione.
Riuscimmo a suonare solo circa metà dei pezzi previsti, poi Marco lasciò il palco, cogliendoci di sorpresa. Il pubblico accompagnò la nostra uscita di scena con insulti convinti. Se non ci fosse stato il corposo servizio d'ordine chissà come sarebbe finita. In ogni caso nessuno di noi ebbe il minimo problema e tornammo a casa sani e salvi.
Va considerato che Marco avrebbe dovuto tornare in quel liceo tutti i giorni, visto che lo frequentava, noi no: penso che nessuno di noi tre ci rimise più piede.
Comunque, al di là di tutto, il concerto era .

Una settimana dopo dovevamo provare ma Marco non poteva. Andammo quindi solo io e Tonito: aveva un paio di pezzi nuovi da farmi sentire. Mi piacquero molto. Dopo le prove ci trovammo a casa del nostro cantante, gli facemmo ascoltare i pezzi e non ne fu per niente entusiasta. Discutemmo sulla situazione del gruppo e alla fine decidemmo di separarci: io avrei continuato a suonare con Tonito, Marco formò un suo nuovo gruppo. Mi chiese di suonare con lui fino a quando avrebbe trovato un altro batterista. Di queste prove ricordo solo che facevamo un paio di pezzi dei Jam. Per me era molto faticoso cercare di suonare con uno stile canonico. 'The Noise', questo il nome del gruppo, si sciolsero poco tempo dopo.

Ho sempre pensato allo scioglimento dei Mittageisen come all’inizio di un nuovo ciclo...