Xerox

Anche se non mi ricordo di averne parlato direttamente con Anna (Rosso Veleno), uno dei nostri intenti iniziali era di promuovere Adam & the Ants: d'altra parte questa è la vera essenza delle fanzine, essere fan magazine. Il nome che propose era il titolo di una loro canzone (poi diventata 'Zerox') e risultava appropriato visto che l'avremmo stampata usando una fotocopiatrice.

Il nostro riferimento non era 'Sniffin' Glue' ma 'Ripped & Torn', probabilmente la seconda fanzine inglese più famosa, che preferivamo sia graficamente sia per i contenuti che spesso riguardavano anche gli Ants.
Iniziammo nel gennaio 1979 e proseguimmo insieme fino a che lei non si trasferì definitivamente a Londra nell'autunno di quell'anno. Ne stampavamo un centinaio di copie e riuscivamo a venderle subito quasi tutte. Andai avanti praticamente da solo ancora per qualche numero fino al 1980 ma, sinceramente, non era più la stessa cosa.
L'ottavo numero non fu mai completato.

Come El Passerotto abbiamo realizzato altri due numeri come versione promozionale di 'Le Punk C’est Ça!' e come inserto di 'Punk At la Scala'.